Ai Campionati Italiani Cadetti, oro al pesista Rappoccio

07 Ottobre 2019

Sabato 5 e domenica 6 ottobre u.s. nella rassegna tricolore under 16 di Forlì, arrivano le conferme dei valori degli atleti calabresi.


 

Sulla rinnovata pista dell’impianto Comunale “Carlo Gotti” di Forlì con l’organizzazione della locale società Edera Forlì, si sono confrontate le rappresentative delle Regioni Italiane. La nostra rappresentativa era formata da 12 atleti di cui 7 al primo anno di categoria: Alampi Giorgia (Atl. Olympus) marcia, Briguglio Giuliana (Atl. Minniti) lancio del giavellotto, Caputo Matteo (Atl. Rendese) salto triplo, Filice Sofia (Cosenza k42) 2000m, Manuardi Margherita (Atl. Olympus) salto in lungo, Martino Samuele (Icaro) Marcia, Mondilla Rossella (Fiamma Atl. Catanzaro) 300m, Parma Davide (Pol. Magna Graecia Cassano) salto in lungo, Rappoccio Vitaliano (Atl. Olympus) lancio del peso, Staffa Vanessa (Tiger Running Club) 1000m, Vitale Alessandro (Sporting Club) 80m, Vocaturi Veronica (Tiger Running Club) salto triplo.

A salire sul gradino più in alto è stato il pesista reggino Vitaliano Rappoccio della A.S.D. Atletica Olympus, l’atleta allenato dal prof. Franco Raneri, ha rispettato i pronostici della vigilia, confermandosi leader nazionale stagionale, vincendo la gara con un lancio di poco sotto il suo p.b. 16,35m. Ci sono voluti i lanci di finale per svegliare dal torpore iniziale il giovanissimo lanciatore; infatti, con una serie di 16.35 al quarto, 16.22 al quinto e 16.33 all’ultimo lancio ha messo a “tacere” gli avversari,  portando a “casa” il titolo di Campione Italiano.

Titolo Italiano cadetti che mancava da 17 anni, quando a Formia nel 2002 a vincere era stato Marco Latella nelle Prove Multiple. Immediati i complimenti giunti dal presidente Ignazio Vita a Vitaliano ed a tutto il settore lanci, guidato dal prof. Domenico Pizzimenti, il quale ha colto l’occasione per dire che “storicamente il settore lanci calabrese è riconosciuto nel resto d’Italia per la bontà dei suoi tecnici e che per questo darà sempre soddisfazioni all’Atletica Calabrese”.

Calabria a podio anche nella velocità con il reggino Alessandro Vitale dello Sporting Club allenato dal prof. Marco Vitale che conquista un buon settimo posto. Alessandro accreditato di 9”17, stabilito recentemente ad Isernia al 43° Trofeo Musacchio con la rappresentativa calabrese, occupava la quarta posizione nella lista dei partecipanti e ciò lasciava ben sperare in una facile qualifica; infatti, in mattinata nella sua batteria con un tempo di 9”37 si aggiudicava la miglior finale del pomeriggio. Alle 16:00 sulla linea di partenza accanto a lui spiccavano le sagome di atleti più prestanti fisicamente ed un eccesso d’emozione prendeva un pò il sopravvento. Infatti, già dopo la partenza dai blocchi l’azione di corsa di Alessandro non era come al suo solito “fluida e decontratta” con gli avversari che gli scappano avanti e nemmeno sul lanciato, che è il suo punto di forza, riesce ad affiancarli.

Finisce al settimo posto con un 9”38, tempo da valutare assolutamente in modo positivo per il futuro. Queste esperienze gli faranno capire qual è il giusto atteggiamento per gestire al meglio la “testa“ in momenti come questi.

Anche la marcia ha dato il suo contributo con il settimo posto  per il capitano della rappresentativa calabrese, Samuele Martino tesserato per l’A.S.D. Icaro ed allenato dalla nonna Filomena Cozzupoli. Ad onor del vero Samuele era giunto secondo al traguardo dietro il laziale Diego Giampaolo, ma, una penalità di 30” inflittagli dopo l’arrivo, lo relegava al 7° posto nella classifica finale. Questa decisione faceva rimanere increduli sia il simpaticissimo ragazzo sia tutti i suoi sostenitori, ma le regole della marcia, purtroppo per noi in questo caso, sono state spietate. Comunque accettiamo le decisioni della giuria di marcia, ma, resta forte l’amarezza di quello che poteva essere. Tuttavia smaltita la delusione, Samuele ha dichiarato che questo episodio non lo abbatterà minimamente, ma ricomincerà subito con l’obiettivo di ottenere il minimo per i Campionati Europei 2020 per la categoria Allievi.

Da segnalare i progressi di Matteo Caputo (Atl. Rendese) nel salto triplo e di Vanessa Staffa (Tiger Running Club).  In conclusione senz’altro positiva la trasferta della squadra giovanile regionale visto che molti di loro potranno farne parte anche l’anno prossimo.

Per questi Campionati Italiani sono stati convocati dal Gruppo Giudici Gare nazionale i nostri giudici Giovanni Molè quale Giudice Capo per la giuria di marcia e Giusy Lacava per la direzione di riunione, quale corsista Uto.

 

 



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate