Dalila Rocchio d'oro sui 300 ostacoli

05 Ottobre 2020

Ai Tricolori Cadetti argento di Serena Quintiliani sui 1000. Abruzzo 12° in combinata, ottavo con le donne

 

I campionati italiani individuali e per Regioni Cadetti (under 16), che si sono svolti a Forlì sabato e domenica 3-4 ottobre, hanno regalato all’Abruzzo il titolo italiano di Dalila Rocchio sui 300 ostacoli e l’argento di Serena Quintiliani sui 1.000 metri. Sono stati sette i piazzamenti da finale, che hanno permesso alla selezione regionale di piazzarsi dodicesima nella classifica di squadra combinata maschile e femminile, trascinata soprattutto dallo storico ottavo posto delle donne. La Rocchio (Tethys Chieti) è stata protagonista sui 300 ostacoli con il tempo di 45”73, al primato personale ritoccato di ben 76 centesimi. Aspetto curioso di questa poliedrica atleta è che fino all’anno scorso era una brillante marciatrice, settima nella gara di marcia dell’edizione precedente degli Italiani di categoria. Nell’attuale stagione ha scelto di cambiare radicalmente specialità. L’atleta teatina allenata da Nicola Piro ha battuto una famosa figlia d’arte, Greta Donato (Fiamme Gialle Simoni), 46”23, il cui padre è il primatista italiano di salto triplo Fabrizio Donato, terzo alle olimpiadi di Londra 2012. L’argento è arrivato da un’altra atleta teatina, Serena Quintiliani (Tethys Chieti), anche lei allenata da Piro, che sui 1000 metri chiusi in 3’03”72, è stata battuta in volata dalla veneta Linda Conchetto 3’02”49.

Per una marciatrice che lascia la specialità, due che le assicurano continuità in Abruzzo. Medaglia sfiorata per Federico Ciaschetti (Tethys Chieti) nella Km 5 di marcia in 24’16”52 (primato personale), con qualche strascico polemico per una presunta squalifica comminata inizialmente all’atleta secondo piazzato, il pugliese Giuseppe Disabato, poi ritirata. Stesso piazzamento per la compagna di squadra Silvia Parente nella Km 3 in 15’20”70.

Sugli 80 ostacoli quinta Analisa Camplone (Aterno Pescara), al primato personale con 12”46 (vento - 0,4 m/s). Bella sorpresa il quarto posto nel disco di Erika Foresi (Atletica Teramo) con la misura di 32,66 metri, miglioratasi di 3 metri e 37 centimetri rispetto al personale. Sempre in tema di lanci, quarta Gaia Cavallo (Mennea Chieti) nel getto del peso (Kg 3) con 11,34. Nel disco maschile (Kg 1,5) ottavo Giovanni Maria De Vincentiis (Nuova Atletica Lanciano) con 31,40, miglioratosi di quasi 3 metri. Una finale sui 300 ostacoli da considerare soddisfacente per Alessandro Baldassare (Mennea Chieti), settimo con un ottimo 41”37, che gli fa compiere un deciso salto di qualità.

Altri risultati. Cadette. 300 (finale B): 2^ Francesca Orfeo (Nuova Atletica Lanciano) 42”27. 2000: 9^ Agnese Laico (Mennea Chieti) 7’00”48.

Cadetti. 300 (finale B): 6° Ruggero Occhiolini (Atletica Teramo) 38”83. 1000: 12° Stefano Di Profio (Tethys Chieti) 2’45”78. Esathlon: 12° Tommaso Libetti (USA Avezzano) 3.091 (disco 32,36).


Abruzzesi finalisti


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate