Due medaglie ai Tricolori Cadetti

04 Ottobre 2021

Silvia Parente argento sui 3000 di marcia, Anelise Camplone bronzo sugli 80 ostacoli. Abruzzo 14° in combinata

 

Il bilancio abruzzese ai campionati italiani individuali e per Regioni Cadetti (under 16), che si sono svolti a Parma, è di un argento e un bronzo. Alle due medaglie vanno aggiunti cinque piazzamenti da finale (primi otto posti) e un risultato di squadra che vede la selezione abruzzese 14^ nella classifica combinata maschile e femminile, quest’ultima 11^ in quella parziale femminile.

Marcia e ostacoli hanno regalato le maggiori soddisfazioni. Sui 3000 metri Silvia Parente (Tethys Chieti) nella foto con Massimo Stano, campione olimpico di marcia a Tokyo e Serena Di Fabio, quarta ha avvicinato il primato personale, ma non le è bastato per attaccare il primo posto della marchigiana Elisa Marini (CUS Macerata), che ha vinto con il tempo di 14’33”33, davanti all’atleta teatina 14’39”05. Alle sua spalle si è ottimamente comportata la compagna di squadra Serena Di Fabio, quarta con il primato personale di 14’59”61, dietro la piemontese Beatrice Bertolone 14’43”45 la quale, a un certo punto, si è dovuta guardare dietro dalla grande rimonta finale della Di Fabio. La seconda medaglia è il bronzo sugli 80 metri con ostacoli della pescarese Anelise Camplone (Aterno Pescara), che in finale ha fatto segnare 12”28 (vento - 1,0 m/s), ma che in batteria aveva frantumato il personale con il tempo di 12”05 (vento + 0,5 m/s). Gara vinta dalla trentina Sofia Pizzato con 11”42, seconda Giorgia Zambon (Veneto) 11”96. Sfortunata la gara di Alessandro Baldassarre (Mennea Chieti) sui 300 ostacoli, favorito per una medaglia dopo il primato personale in qualificazione di 40”45. In finale è caduto dopo il superamento dell’ultimo ostacolo quando era in lizza per la vittoria, finendo comunque la gara al settimo posto con 45”98. La sua mancata medaglia e l’infortunio seguente alla caduta, che lo ha tenuto fuori dalla staffetta, hanno inciso in modo determinante sullo scivolamento di posizione dell’Abruzzo. Nella stessa gara femminile, positivo settimo posto in finale di Federica Giorgetti (Aterno Pescara) con 48”13, ma 47”80 in batteria. Gli altri piazzamenti da finale sono arrivati dal mezzofondo. Sui 1000, sesto Stefano Di Profio (Tethys Chieti) con 2’45”35 in una gara dall’andamento tattico. Sui 1000 femminili, settimo posto con primato personale di Giulia D’Alessandro (Tethys Chieti), che ha chiuso in 3’05”95. Dal mezzofondo arrivano anche i positivi risultati di Mohammed El Omari (Atletica Teramo) sui 1200 siepi, undicesimo con il primato personale di 3’31”07, e di Chiara Piccinelli (USA Avezzano), nona in 4’09”55. Nel salto triplo, finale sfiorata per Sofia Machetti (Atletica Teramo), nona con la misura di 10,65 metri, ma con la soddisfazione del primato personale migliorato di 19 centimetri. Nell’alto, decimo posto con primato personale di 1,79 di Luca Bertacchini (Mennea Chieti). Nella velocità, positivo nono posto della staffetta 4 x 100 femminile (Perrotti, Di Renzo, Camplone, Giorgetti) in 50”80.


La rappresentativa abruzzese a Parma


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate