L'Allievo Angelozzi atterra a 7,18 nel lungo

09 Luglio 2017

Storica migliore prestazione regionale Allievi a Pescara dopo 45 anni. Il cadetto Lorenzo Gaetani 8"97 sugli 80 metri


 

Allo stadio Adriatico Cornacchia di Pescara si è svolto domenica 9 luglio il 7° meeting internazionale Giovanni Cornacchia, Trofeo Città di Pescara. Il meeting è intitolato al campione pescarese degli ostacoli, finalista olimpico sui 110 a Tokyo 1964. Organizzazione curata dalla società U.S. Aterno Pescara.

Il risultato di spicco e, forse anche clamoroso dal punto di vista storico, è il record regionale Allievi (Under 18) del teramano Salvatore Angelozzi (Vomano Gran Sasso) con la misura di 7,18 metri con la quale ha anche vinto la gara davanti a Lorenzo mantenuto (Vomano Gran Sasso) 6,84. Battuto il record di Gaetano Parere (Aterno Pescara) di 7,11 metri risalente al 1972. A fine gara Angelozzi ha dedicato la vittoria e il record alla memoria del suocero del suo tecnico Claudio Mazzaufo, scomparso nella stessa giornata, padre della moglie Paola Marcone, anche lei allenatrice di Teramo. Stabilito un altro clamoroso primato abruzzese sugli 80 metri Cadetti (under 16) da Lorenzo Gaetani (Aterno Pescara), che ha corso in 8”97 (v. + 0,9 m/s), primo under 16 abruzzese della storia sotto i 9 secondi. Dietro di lui bene anche Federico Gentile (Nuova Atletica Lanciano) al primato personale con 9”18.

La gara dei 110 ostacoli, dedicata alla memoria di Cornacchia, rappresentava quella di maggior livello tecnico per la presenza di due finalisti dei recenti campionati italiani assoluti di Trieste: Luca Trgovcevic (Studentesca Rieti) ha vinto con 14”07 a John Marc Nalocca (Carabinieri) 14”24.

Altra gara attesa era quella dei 100 metri, vinta da Gabriele Giudetti (Aden Molfetta) con 10”67 (vento + 0,2 m/s), precedendo il corregionale Giovanni Tomasicchio (Vomano Gran Sasso) 10”76. Sui 100 metri femminili la numero abruzzese dello sprint, l’aquilana Ludovica Clementini (Atletica Gran Sasso Teramo), ha vinto con 12”27 (vento + 0,5 m/s), davanti all’Allieva Valeria Latino (Gran Sasso Teramo) 12”36.  Bene sui 400 la brasiliana Regina Perla Dos Santos (Aterno Pescara),che ha vinto con 54”88, primato personale da quando risiede in Italia, cioè a Pescara. Alle sue spalle la laziale Alessia Tirnetta (Atletica Nettuno) con 56”20, argento agli Italiani Juniores di un mese fa. Nella gara maschile del giro di pista doppietta Aterno Pescara con il primo posto di Claudio David 49”02, davanti a Valerio Rosato 49”55.

I salti hanno visto anche i significativi primati personali di Giada Bilanzola (Atletica Gran Sasso Teramo) nel lungo con la misura di 5,83 metri, e di Mara Di Quinzio (Aterno Pescara) nell’alto con 1,65. Nell’asta successo di Andrea Sinisi (Vomano Gran Sasso) con 4,80.

Nel mezzofondo spicca il primato personale sui 3000 metri del vastese Douglas Scarlato (Aterno Pescaar) con il tempo di 8’48”47, che si migliora di dieci secondi.

La gara dei 400 ostacoli, che vedeva impegnata Greta Zuccarini (Aterno Pescara), argento agli Italiani under 18, è stata vinta da quest’ultima con 1’01”34 sulla compagna di squadra Marta Di Francesco 1’07”17.         

Altri risultati. Donne. 800: 1^ Giulia Giorgi (CUS Perugia) 2’16”07. Lungo: 2^ Eleonora Braccili (Gran Sasso Teramo) 5,50. Martello: 1^ Cecilia Desideri (Studentesca Rieti) 52,89. Uomini. Martello Allievi (Kg 6): 1° Giorgio Olivieri (Team Atletica Marche) 74,47.



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate