Vicenza: Fantini 71,38, Federici sprint 10.24

06 Agosto 2022

Prima uscita della martellista dopo il quarto posto ai Mondiali, e sui social celebra l’oro di Rachele Mori: “Il futuro è azzurro, sei stata immensa”. Il velocista al PB nei 100, Cestonaro 14,26 ventoso

 

Sempre sopra i settanta metri. Nella prima gara dopo il quarto posto dei Mondiali in Oregon, Sara Fantini si impone al Meeting Brazzale di Vicenza con la misura di 71,38, al quinto lancio. Per l’emiliana dei Carabinieri, che si sta preparando agli Europei di Monaco di Baviera, anche altri due lanci da +70: 71,02 e 70,32. La primatista italiana sarà in pedana all’Olympiastadion nella mattinata di martedì 16 agosto alla ricerca della finale in programma nella serata successiva. L’azzurra, prima della gara di Vicenza, ha celebrato sui social la medaglia d’oro di Rachele Mori ai Mondiali U20 nel martello: “Ora posso piangere, la mia bimba ha vinto i Mondiali, sono troppo orgogliosa di te. Il futuro è azzurro e tu sei stata a dir poco immensa”, è la frase che accompagna la foto dell’abbraccio di Lucca, quando entrambe siglarono un record italiano, rispettivamente assoluto e juniores. E sulla gara, la valutazione di Fantini è positiva: “È stato un buon test - commenta - a livello tecnico ci siamo, adesso aggiustiamo un paio di cose fisicamente e sono convinta che saremo assolutamente pronte per Monaco. Sono sempre delle buone gare, è sempre bello gareggiare sopra i 71”.

CHE SPRINT - Andrea Federici 10.24, Marco Ricci 10.30: e adesso la velocità italiana può vantare dieci atleti in stagione con tempi da 10.30 in giù, per una profondità senza precedenti. Progressi a Vicenza per i due sprinter nei 100 metri: sfruttando un vento di +1.9, quasi al limite del consentito, il bresciano Federici (Atl. Biotekna) abbassa di cinque centesimi il personale rispetto al fresco 10.29 di Sestriere, il pontino Ricci (Nissolino Sport) sforbicia nove centesimi al 10.39 di martedì a Nembro. Al femminile, c’è una bufera alle spalle di Alessia Pavese (Aeronautica) che stampa sul display il crono di 11.17: fosse regolare sarebbe qualcosa di roboante (record italiano 11.14) ma è viziato da una folata di +4.7 che ovviamente non rende omologabile il risultato come primato personale. È comunque da sottolineare il miglioramento della bergamasca che in batteria era stata capace di 11.38 (+1.6). Johanelis Herrera, l’altra velocista dell’Aeronautica convocata per la 4x100 di Monaco di Baviera, si esprime in 11.57 (+1.2) in batteria e poi in 11.36 nella finale spinta da troppo vento.

GLI ALTRI AZZURRI DI MONACO: CESTONARO 14,05 REGOLARE - Più che una pedana, è il suo giardino di casa: nella sua Vicenza, Ottavia Cestonaro (Carabinieri) atterra a 14,26 ventoso nel triplo (+3.0) ma supera i quattordici metri anche con brezza entro la norma: 14,05 (+1.9). Nel peso Leonardo Fabbri (Aeronautica) si conferma con 20,59, a soli quattro centimetri dal primato stagionale di 20,63, in una serie che comprende anche 20,40 e 20,46. La discobola Daisy Osakue (Fiamme Gialle) avvicina i sessanta metri con 59,62, Stefania Strumillo (Fiamme Azzurre) è seconda con 56,79. Nell’asta, 4,20 per Elisa Molinarolo (Fiamme Oro), poi tre errori a 4,30. L’azzurro convocato per la 4x400 Matteo Raimondi (Pro Sesto Atl.) si impone nei 400 con 46.72 [RISULTATI].

JEMAI 58,00 IN AUSTRIA - Bel pomeriggio al meeting di Andorf, in Austria, per le giavellottiste italiane. Sfiora il record personale Sara Jemai che all’ultimo lancio tocca i 58 metri esatti, tornando ad avvicinare dopo quattro anni il suo primato di 58,19 stabilito nel 2018. La trentenne dell’Esercito ritrova la condizione dei giorni migliori e chiude al secondo posto nella gara vinta dalla statunitense Ariana Ince (62,10). Primato stagionale anche di Carolina Visca (Fiamme Gialle), terza con 57,16 per riportarsi su misure che la mancavano da tre anni. È anche la terza prestazione in carriera della 22enne romana, che nel 2019 ha conquistato l’oro europeo under 20 ed è arrivata a 58,47. Quinta posizione invece con 53,97 per la campionessa tricolore Paola Padovan (Carabinieri), tornata di recente a 56,96 vincendo il titolo agli Assoluti [RISULTATI].

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate