Gaia Sabbatini ritirata a Rovereto

31 Agosto 2022


 

Continua la maledizione stagionale degli 800 per Gaia Sabbatini. Era tra le protagoniste azzurre del LVIII Palio Città della Quercia, meeting internazionale svoltosi martedì 30 agosto a Rovereto. L’atleta teramana delle Fiamme Azzurre si è ritirata tra i 500 e i 600 metri, dopo essere stata sorpresa da un avvio molto veloce della gara, lanciata dalla “lepre” Serena Troiani (CUS Pro Patria Milano), transitata ai 400 in 56”4. Anche la Sabbatini è passata veloce, seppur in una posizione di coda, con un passaggio intorno ai 58 secondi. Nel momento clou, quando ci si posiziona nel gruppo per la volata finale, si è fermata improvvisamente. Maledizione degli 800, perché anche in occasione dei Campionati Italiani Assoluti di Rieti del 25 giugno scorso la Sabbatini avrebbe dovuto disputarli, salvo rinunciare in fase di riscaldamento per un problema muscolare. Il suo esordio stagionale all'aperto era stato proprio sugli 800, a Birmingham il 21 maggio, con 2'01"38. A Rovereto si è ritirata dopo 400 metri anche la numero uno italiana della specialità, Elena Bellò (Fiamme Azzurre). Molto bene, invece, la terza italiana presente, Eloisa Coiro (Fiamme Azzurre), al nuovo primato personale, 2’00”50, seppur solo ottava in una gara di ottimo livello tecnico, con ben sei atlete sotto i 2 minuti. Tripletta americana, con il primo posto di Allie Wilson 1’58”53, seconda Olivia Beker 1’58”83, terza Nia Akins 1’59”32.   



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate